Rinoplastica: guadagnare sette anni di vita

rinoplasticaUn nuovo studio condotto in territorio americano ci permette di avere un’idea più precisa di quanti anni la gente potrebbe essere in grado di scrollarsi di dosso mediante un intervento di rinoplastica.

In una recente analisi, infatti, un team di valutatori ha esaminato foto di pazienti sottoposte all’intervento al naso, e ha decisamente e prevedibilmente notato un complessivo ringiovanimento.

Ma non è tutto: in maniera ben più puntuale, infatti, il team di studiosi ha stimato che le  pazienti appaiono 7,2 anni più giovani!

Stando alle elaborazioni dei ricercatori dell’Università di Toronto in Canada e del sistema sanitario della NorthShore University di Evanston, Illinois, in linea di massima molti chirurghi plastici “tendono ad abusare dei termini più giovane e più fresco quando parlano dei benefici della rinoplastica, ma questi attributi rimangono sempre… sfuggenti”.

Sperando di trovare “una misura oggettiva del successo chirurgico”, e non dover dipendere esclusivamente dalla soddisfazione riferita dal paziente per valutare il buon esito della chirurgia estetica e delle sue le procedure, i ricercatori hanno chiesto agli studenti di medicina del primo anno di visualizzare le immagini di 60 pazienti (54 donne e 6 uomini, di età compresa tra i 45 e i 72 anni), e di esprimere un’opinione sull’apparente ringiovanimento.

In media, gli studenti di medicina hanno stimato che i pazienti erano 1,7 anni più giovani della loro età cronologica effettiva prima dell’intervento chirurgico e 8,9 anni più giovani della loro età cronologica dopo l’intervento chirurgico. Per l’esattezza, per i pazienti del primo gruppo, che avevano ricevuto solo un lifting, l’età percepita scendeva a 5,7 anni, ma nel gruppo di ringiovanimento del viso, delle palpebre e della rinoplastica, l’età precipitava a -7,5 anni.

In altre parole, i ricercatori commentavano: “I nostri risultati mostrano una riduzione modesta ma significativa in età percepita dopo interventi di chirurgia estetica del viso. Anche se le motivazioni per la chirurgia estetica possono variare, un concetto prevalente in grado di spingere le donne a sottoporsi a un intervento di simile natura non può che includere il desiderio di ottenere un aspetto più giovanile, pur mantenendo caratteristiche uniche proprie ed individuali. Alla luce di tali aspettative, il ringiovanimento percepito esteriormente è stato pari a circa 7,2 anni”.